giovedì , 23 ottobre 2014
ULTIMISSIME
Home » CALCIOMERCATO » Sneijder: “Mou? Lo sento ancora. Se arrivasse una proposta…”

Sneijder: “Mou? Lo sento ancora. Se arrivasse una proposta…”

Il Corriere dello Sport ha pubblicato questa mattina una lunga intervista all’olandese Wesley Sneijder.

Il trequartista si è detto pronto per riprendere in mano le redini dell’Inter: “Avevo voglia di ricominciare e di fare bene con l’Inter. Della scorsa stagione non mi è piaciuto niente e anche all’Europeo con l’Olanda non ho giocato bene. A 28 anni ho voglia di fare il massimo, di vincere tutto. Non posso perdere tempo“.

Non siamo più l’Inter del 2010 – ha spiegato il nazionale orange -, ma sono arrivati tanti giocatori forti. Si sente un’aria nuova attorno alla squadra. Per me quel gol non varrà niente se non passeremo il turno giovedì o se poi a fine agosto non ci qualificheremo per la fase a gironi dell’Europa League. Una rete mi dà morale, ma conta la squadra. Se ho mai pensato di lasciare l’Inter? No, mi concentro sul mio futuro. Se arriverà una bella proposta, la valuterò con attenzione, ma sono qui per regalare emozioni a questa gente“. L’offerta dell’Anzhi: “Se arrivasse tra 4 anni, ci penserei. A 28 anni voglio vincere, non voglio avere più soldi“.

Sneijder si sente coinvolto dal progetto di Stramaccioni? “Tanto, lo faccio vedere in campo e voglio disputare una grande stagione“. Cosa non ha funzionato invece con Ranieri e Gasperini? “A me piace giocare da trequartista, non in altri ruoli. Mi adatterò a quello che dice Stramaccioni, perché vediamo il calcio allo stesso modo. Con gli altri non ho mai avuto problemi a livello umano, ma in campo non c’era feeling. Anche se parte della colpa è anche mia. Come mi ha conquistato Strama? A lui piace il calcio. Durante l’allenamento usiamo sempre la palla, come nella mentalità olandese. Stramaccioni è giovane, vuole vincere e ricerca sempre il gioco, una cosa che mi piace parecchio“. Mourinho come Stramaccioni quindi? “Sembrano gemelli, entrambi sanno parlare individualmente con i giocatori. Con Josè mi sento ancora“.

Sul trasferimento di Lucio alla Juventus: “Nel calcio non si sa mai quello che può succedere. Per come sono fatto, non dirò mai nella mia carriera non andrò in quella squadra. Lucio ha scelto la Juve e vedremo se la sua sarà stata una decisione giusta o no“.

La telenovela Lucas: “Non l’ho mai visto giocare una partita intera, ma ho sentito che è bravo e che piace a tante squadre tra cui il PSG. Se sono l’ultimo top player della Serie A? Ci sono tanti giocatori bravi in Italia, non penso di essere un top player“. E se arrivasse anche De Jong? “Lo conosco da 7 anni, lui pensa solo a vincere. Spero che arrivi a Milano. Se bastassero le telefonate per convincerlo, sarebbe già qui. Afellay? E’ un ottimo giocatore, a Barcellona è in diffcolta“.

Infine, una battuta sulla città di Milano: “A me e soprattutto a mia moglie questa città piace tantissimo. Abbiamo una casa in pieno centro e dal terrazzo vediamo il Duomo. Stiamo bene e anzi adesso vado a vedermi sul divano le Olimpiadi. Yolanthe mi aspetta“.

di Redazione


Articolo letto 1.720 volte.

About Redazione

Un commento

  1. dai wes… trascinaci!!! <3

Inserisci un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. Required fields are marked *

*


quattro + = 9

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>