venerdì , 31 ottobre 2014
ULTIMISSIME
Home » NEWS INTER » Moratti: “Puntiamo a vincere”. Quattro domande al presidente

Moratti: “Puntiamo a vincere”. Quattro domande al presidente

Ieri sera, dopo aver presenziato al cda dei soci interisti, Moratti ha rilasciato qualche dichiarazione alla stampa. Ecco le sue risposte ai giornalisti che lo aspettavano all’uscita, dal sito Inter.it.

Presidente Moratti, come sta l’Inter al termine di questo cda?
Bene, sta bene“.

I risultati delle giovanili contribuiscono?

Sì, senza dubbio, però aspettiamo domani, quando ci sarà l’ultimo risultato che ci può interessare“.

Si può dire che la strada intrapresa sia quella del Barcellona secondo cui si fabbricano i campioni in casa?
Quella è una fortuna che bisogna conquistarsi e mi sembra che siano un po’ di anni che stiamo cercando di farlo, quindi qualche risultato positivo sta arrivando“.

Ci sono dei margini per muoversi sul mercato immediatamente? C’è disponibilità economica per prendere subito un top player?

Le disponibilità economiche in una società che funziona nascono anche da quello che riesce a incassare vendendo i giocatori che si possono vendere“.

Sembra notizia di oggi di alcune difficoltà nella trattativa per l’eventuale trasferimento di Lucio al Fenerbahce.

Non so, chiedetelo ai nostri uomini mercato“.

I tifosi si possono aspettare un “colpo alla Moratti” nonostante il momento per tutti economicamente difficile?

I tifosi apprezzano anche quelli che sono i risultati della società sotto il profilo dei giovani che vengono fuori dalla stessa società“.

Come si spiega il mercato della Juventus che è molto attiva sul mercato e che sta spendendo molto?

Non sono la Juve, quindi non posso spiegarlo io. In altri momenti si è verificata anche la situazione opposta, se la Juve può farlo fa benissimo a farlo“.

Comunque vada, sarà un’Inter che punterà a vincere?

Per forza, vorrei anche vedere…“.

Vorremmo porre qualche domanda noi al presidente, magari nella famosa conferenza stampa promessa mesi fa da Branca e della quale non abbiamo più sentito parlare:

- Si è mai interessato prima d’ora dei Giovanissimi nazionali? O lo fa solo ora per cercare di sviare l’attenzione dal mercato scadente a cui stiamo assistendo?

- Sicuramente è vero che i tifosi apprezzano i giocatori del vivaio, ma perché continuare a dire che la società ci punta, quando poi vengono cercati ultratrentenni di scarso valore (Mudingayi, ndr) a cui si potrebbe tranquillamente preferire un centrocampista come Duncan o Crisetig?

- Perché 1 anno fa, a 1 anno dalla scadenza, fu rinnovato il contratto per 2 anni a un Lucio 33enne, salvo poi pentirsene dopo 6 mesi? Un errore può capitare, certo, ma perché ripetere la stessa identica operazione con Chivu?

- Perché mettere pressione a Stramaccioni dicendo che si punta a vincere, quando l’Inter viene da un 6° posto e in questo mercato non sta rinforzando la rosa? Dobbiamo prepararci ad un altro esonero dopo 3 partite andate male?

Sperando che in qualche modo le vengano recapitate, attendiamo fiduciosi una risposta.

di Saul Giordani


Articolo letto 664 volte.

About Saul Giordani

Saul Giordani

Un commento

  1. ottimo articolo, complimenti.

    se volevate silvestre almeno non dovevate rinnovare a chivu. non parliamo di lucio, pure alla juve… etc etc.
    raga, diciamolo chiaro: butta male. povero strama che non ha peso per alzare la voce. a questo punto mi vien da pensare scelto anche per quello. e di noi tifosi non parlo.

    io mi sento preso davvero per il culo, non che sia la prima volta, ci può stare, ma così è troppo. quindi per quel che mi riguarda dopo 13 anni non rifarò la tessera. non perchè non abbiamo nessuna chanche di arrivare a nulla, che dopo anni di vittorie si deve ricostruire, ma perchè lo faremo (di nuovo) male! e non per la solita storia della serie di sfortunati eventi incomprensibili: …che caspita, non ce lo si aspettava! la squadra c’era, ma poi… è andata così, eh, succede nel calcio… ma per favore, basta! è per l’inettitudine di chi conta in dirigenza, e diciamolo per una volta! una la fa buona l’altra la disfa, e dove vai così?

    ci vuole una mano ferma, una squadra unita in società (moratti-branca-strama???!!!), come in campo. e l’uomo forte a tenere il timone. anche due (oriali-mourinho? meglio, che dite?)
    Quando all’inter c’è stato poco casino in alto è la volta che abbiamo vinto tanto in campo, sempre. fateci caso. pazza Inter va bene ogni tanto, o così da cantare. Inter che lotta per vincere mi piace di più.

Inserisci un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. Required fields are marked *

*


5 + = nove

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>